10 musei di Milano visitabili online: come entrare comodamente seduti in salotto

Non è facile trascorrere le giornate in questo periodo in cui siamo tenuti a rispettare le misure di sicurezza emanate dal governo per combattere l’emergenza e la diffusione del coronavirus. #restateacasa e godetevi il tempo con la vostra famiglia cercando di approfittare di questo tempo prezioso per recuperare tutti quei film, libri, visite culturali che non siete ancora riusciti a vedere, leggere, visitare.

Sì, avete letto bene. Ho scritto visite culturali… perché c’è un modo semplice e velocissimo per entrare in alcuni musei e palazzi d’arte anche stando comodamente seduti sul divano. Online ci sono collezioni di quadri, manufatti, opere spiegate nei dettagli che potete guardare per tutto il tempo che desiderate. Ecco qualche idea!

 

La Pinacoteca di Brera

Per noi milanesi è il più classico dei musei, bellissimo, ricco di opere e capolavori come Il bacio di Francesco Hayez, lo Sposalizio della Vergine di Raffaello Sanzio, il Cristo morto nel sepolcro e tre dolenti di Andrea Mantegna. Collegatevi a questi link e lasciatevi ‘guidare’ nei corridoi: www.pinacotecabrera.org

Il Castello Sforzesco

Poi c’è il bellissimo Castello Sforzesco, si possono visitare virtualmente i suoi percorsi segreti e scoprire i capolavori delle collezioni civiche conservati nelle sue sale. Online si trovano otto storie tematiche e 288 approfondimenti su singole opere, oltre a 12 tour virtuali: Questo è il link: www.milanocastello.it

Touring Club Italiano

Per viaggiare in tutta Italia, ci sono gli archivi del Touring Club Italiano, nato nel 1894, che conservano materiale prodotto o acquisito a vario titolo dal Tci a partire dalla sua fondazione: oltre 350.000 stampe di fotografie in bianco e nero da fine ‘800 agli anni Settanta del ‘900 documentano l’Italia e il mondo, ma anche trasporti, cultura, moda, tradizioni, folclore, lavoro e società. Un prezioso patrimonio una parte del quale è rintracciabile anche in forma digitale: www.digitouring.it

Gli altri suggerimenti rispondono alla pagina di Google Arts&Culture: è una App che si può scaricare per Android e iOS

Veneranda Biblioteca Ambrosiana

La Veneranda Biblioteca Ambrosiana, fondata dal cardinale Federico Borromeo il 7 settembre 1607, fu una delle prime biblioteche aperta al pubblico. Fu concepita dal fondatore come un centro di studio e di cultura: conserva oggi circa un milione di volumi a stampa e 40.000 manoscritti greci, latini, volgari e delle diverse lingue orientali, altre Istituzioni come la Pinacoteca e l’Accademia.

Museo del Novecento

Il Museo del Novecento, all’interno del Palazzo dell’Arengario in piazza del Duomo, ospita una collezione di oltre quattromila opere di arte italiana del XX secolo.

Galleria d’Arte Moderna

Dal 1903 la Galleria d’Arte Moderna conserva le collezioni d’arte moderna del Comune di Milano, un patrimonio artistico di circa 3.500 opere, ospitate dal 1921 nella splendida sede della Villa Reale, nel cuore della città. 
Progettata tra il 1790 e il 1796 da Leopoldo Pollack per il Conte Ludovico Barbiano di Belgiojoso, la Villa Reale divenne in seguito residenza del Vicerè Eugenio di Beauharnais, figliastro di Napoleone, che ne fece completare il sontuoso apparato decorativo secondo il gusto neoclassico.
Antonio Canova, Andrea Appiani, Francesco Hayez, Tranquillo Cremona, Giovanni Segantini, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Giovanni Boldini, Medardo Rosso, Gaetano Previati sono solo alcuni tra i nomi dei grandi artisti presenti nella collezione, protagonisti indiscussi della storia dell’arte milanese e italiana

Museo Poldi Pezzoli

Nel cuore di Milano, nato dalla passione del nobile collezionista Gian Giacomo Poldi Pezzoli (1822-1879), il Museo Poldi Pezzoli è una delle più importanti e famose case-museo del mondo. Aperta al pubblico nel 1881, amatissima sia dai milanesi che dal pubblico internazionale, la casa-museo incanta non solo per il fascino degli ambienti, che evocano le epoche del passato (dal Medioevo al Settecento, fino all’Armeria reinterpretata dall’artista contemporaneo Arnaldo Pomodoro), ma anche per la varietà e ricchezza delle raccolte. Capolavori di pittura, sculture, tappeti, pizzi e ricami, armi e armature, gioielli, porcellane, vetri, mobili, orologi.

Fondazione Gianfranco Ferré

La Fondazione Gianfranco Ferré, che ha sede a Milano in via Tortona 37, è stata costituita nel 2008 con lo scopo principale di conservare, ordinare e mettere a disposizione del pubblico – in primo luogo sotto forma di archivio virtuale – tutto ciò che documenta l’attività creativa dello stilista. 

Quadrilatero della Bellezza

Situato nel cuore di Milano, il Quadrilatero della Bellezza racchiude luoghi segreti e da poco tornati accessibili al pubblico, la cui bellezza racconta oltre 1000 anni di storia della città, tra tetti, campanili e suggestive cripte ed è composto da: 
– Il Percorso dei Segreti che apre al pubblico l’Archivio storico e il Sepolcreto della Cà Granda, oltre ad ospitare importanti mostre e le suggestive Cene al Museo
Highline Galleria, il percorso panoramico sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele
– Campanile dei Sospiri presso San Celso, il più antico Campanile ancora in funzione di Milano con oltre 1.000 anni di storia
Cripta di San Sepolcro, la più antica chiesa sotterranea della città e l’adiacente Foro romano, l’antica piazza principale di Milano dove si svolgevano le maggiori attività civili e religiose.

Moleskine Foundation

La collezione di Moleskine Foundation; un archivio di oltre 1000 opere uniche realizzate sui taccuini da artisti, architetti, musicisti, registi, illustrator, intellettuali, filosofi di fama internazionale. 

Lascia un commento