Capodanno cinese a Milano, in via Paolo Sarpi la festa per l’anno del maiale

Buon Capodanno Cinese! Inizia martedì 5 febbraio l’anno del maiale, l’ultimo dei segni dello zodiaco. Sono passata in via Paolo Sarpi a respirare aria di festa: il vero nome del Capodanno cinese, primo giorno del calendario lunare cinese, in realtà, è «festa di primavera».

Secondo l’astrologia cinese, ad ogni anno lunare corrisponde un segno zodiacale: il 2019 è l’anno del Maiale. Le fiabe cinesi raccontano che l’origine dell’oroscopo è una gara tra animali per diventare le guardie personali del celestiale Imperatore di Giada che, in fin di vita, cercava accompagnatori per l’aldilà. Vinse il topo facendosi trasportare dal bue e saltandogli davanti al traguardo; poi ecco tigre, coniglio, drago, serpente, cavallo, capra, scimmia, gallo e cane. Ultimo arrivò il maiale: simbolo di abbondanza, ricchezza, solidarietà.

Una leggenda della mitologia cinese vuole che l’origine della «festa di Primavera» sia da cercare nei tempi antichi. Si dice che in Cina vivesse un mostro, chiamato Nian, che sarebbe stato solito uscire dalla sua tana una volta ogni 12 mesi per mangiare esseri umani. L’unico modo per sfuggire a una fine orribile era spaventare Nian, sensibile ai rumori forti e terrorizzato dal colore rosso. Per questo motivo, l’anno nuovo si festeggia con canti, strepitii, fuochi d’artificio e tanto colore rosso.

 

La sfilata del Capodanno Cinese si svolge domenica 10 febbraio dalle 14.00 con partenza da piazza Gramsci

Lascia un commento