Palazzo Castiglioni, i segreti del manifesto del Liberty a Milano

Mi piace pensare a Milano come a un tesoro a cielo aperto. Ci sono decine di palazzi che sono una meraviglia, ma che non notiamo nemmeno presi come siamo dalla fretta, dal traffico, dalle nostre mille cose da fare. E molti di questi tesori si trovano proprio lì, davanti al nostro naso. Come Palazzo Castiglioni, oggi sede della Confcommercio: uno dei massimi esempi di stile Liberty in città.

Di solito è chiuso al pubblico, apre solo in occasioni speciali, giornate dedicate o visite guidate. E per raccontarvi la sua bellezza, questa volta ho chiesto un aiuto. Gli scatti che vedete qui sotto sono di Emanuela Chiarello (la trovate su instagram qui, al suo account @emi.chiarello), appassionata di fotografia e bravissima a cogliere i dettagli, che mi ha “prestato” le foto per il post.

E’ un palazzo che nasconde scaloni imponenti, salottini colorati, soffitti affrescati e tantissime statue. Commissionato all’architetto Giuseppe Sommaruga all’inizio del 1900, è considerato il manifesto dello stile liberty a Milano. La prima cosa che colpisce è proprio lo scalone d’onore ricco di putti e decorazioni in art nouveau: marmo, foglie e fiori in ferro battuto e luci che rendono l’atmosfera molto affascinante. Al primo piano poi, la Sala dei Pavoni decorata con stucchi sui toni del rosa e dell’oro: oggi una delle sale congressi della Confcommercio, dal 1967 proprietaria del Palazzo.

Alla sua inaugurazione, nel 1903, suscitò scandalo: non appena furono rimosse le impalcature, si svelarono alla città due statue di donne nude, due cariatidi che mostravano il lato B. Rappresentavano la pace e l’industria, ma all’epoca scandalizzarono i milanesi tanto che il palazzo fu soprannominato “Ca di Ciapp – Casa delle Chiappe” e i due nudi furono presto rimossi e spostati all’ingresso di un’ala secondaria di un altro palazzo cittadino (villa Romeo-Faccanoni, oggi Clinica Columbus in via Buonarroti).

Non resta che fare un piccolo “tour” fotografico per curiosare e osservare i dettagli… 😉

 

Palazzo Castiglioni è in corso Venezia, 47

Photo credit: @emi.chiarello

Lascia un commento