Villa Lonati, il tesoro botanico di Milano in una cascina del Settecento

Entro nel parco e mi accoglie una cascata di colori: viola, rosa, bianco, un giardino tenuto con molta cura e tanti dettagli e una villa che per stile ricorda le cascine lombarde. E’ Villa Lonati, piccolo gioiello alle porte di Milano: un tempo casa nobiliare del quartiere Niguarda, oggi ospita un orto botanico e uno spazio chiamato Comunemente Verde che permette di scoprire piante che provengono da diverse zone del mondo e che rappresentano tutte le condizioni climatiche ospitate sul Pianeta. Ma non solo. C’è anche un Ombraio, una Serra didattica, un “Giro del Mondo in 80 piante” e un piccolo Orto.

L’ingresso è proprio di fronte all’ingresso sud dell’ospedale Niguarda. La villa (di proprietà di una famiglia di provenienza dall’Oltrepo Pavese) appare in fondo al viale di ingresso che non è più quello originale, anche se la porta ad arco è ancora visibile da via Benefattori dell’ospedale. Ristrutturata qualche anno fa, oggi la villa è bellissima con la sua torretta originale e due pareti di mattoni a vista: gli interni raccontano il piano terra composto con sale da pranzo e da biliardo, dispense e cucina e il piano nobile con 9 stanze di cui sei camere da letto. 

Ma non è nulla rispetto al fascino di fiori e piante dell’orto e dei giardini. All’interno del parco si possono vedere piante officinali, tintorie, carnivore; agrumi come coloratissimi e invitanti mandarini e limoni, specie botaniche che provengono da Africa, America e Asia. Insomma, ce n’è per tutti i gusti e di tutti i tipi. Per lasciarsi stupire e stupirsi di tante tonalità di rosa, di papaveri arancioni, rossi con foglie di quindici centimetri di diametro, di azalee posizionate come in quadro e pronte per una foto, di peonie profumatissime, lilium e orchidee.  

Villa Lonati si trova in via Zubiani, 1

E’ aperta tutti i mercoledì feriali dalle 10 alle 15.30, oltre a giornate dedicate alla biodiversità e quelle del Fai

Lascia un commento