Un posto a Milano: dove fare merenda in un cortile d’altri tempi

Il sole che inizia a scaldare, i colori che si riaccendono, la bontà delle cose fatte a mano e con prodotti genuini: pochi, semplici e preziosi motivi per fermarsi a fare merenda alla Cascina Cuccagna. 

E cascina lo è nel vero senso della parola: cascina ristrutturata e chic, certo ma pur sempre cascina con uno spazio per l’orto, un giardino verde con alberi in fiore, il primo piano dedicato ad un ostello e due sale ampie che ospitano aree “social” (con tanto di cartello che segnala ‘code a tratti’ per possibili incontri casuali) e ristorante. L’atmosfera che si respira in una giornata di sole è quella di una fuga dalla città a poche centinaia di metri dal centro, in un angolo nascosto tra le spalle di Porta Romana e viale Umbria. 

E se fuga dalla città dev’essere anche i prodotti e la filosofia che ci sono alla base di Un posto a Milano sono quelli della campagna. Ovvero cibi naturali e a km0: l’idea che tutto arrivi dall’orto o da una cucina casalinga è quella che mi viene guardando il bancone dei panini, le torte di giornata, l’acqua free per tutti, frutta e verdura per centrifughe e spremute. Poi basta uscire in cortile per avere la conferma di un’isola di natura in mezzo al cemento: i rumori del traffico non si sentono, la corte settecentesca pullula di coppie, famiglie, amici come fossero in gita domenicale, bambini giocano nel prato, nell’orto maturano verze, insalata e pomodori. Istantanee di una pausa in posto (non qualsiasi) di Milano. 

Un posto a Milano si trova in via Privata Cuccagna,2

Lascia un commento