Albergo Diurno Venezia: un viaggio nelle antiche terme rimesse a nuovo

È un vero e proprio viaggio in un’altra epoca quello che si intraprende varcando l’ingresso dell’Albergo Diurno Venezia: 80 metri di lunghezza per 15 di larghezza. Uno spazio angusto alla prima occhiata che emana un forte odore di umidità: è l’eredità lasciata dalla coltre di asfalto con cui negli anni ’80 avevano ricoperto i bocchettoni dell’aria di questa zona commerciale di inizio Novecento. Un luogo che per tanti anni è rimasto dimenticato e che condensa e umido avevano relegato ad uno stato di degrado fortissimo.

Ma la storia dell’Albergo Diurno Venezia è lunga e gloriosa. E si percepisce subito. Questo era un antesignano dei moderni beauty center, con la differenza che qui erano di casa i viaggiatori che arrivavano alla Stazione Centrale (allora collocata in piazza Repubblica), gli operai e gli impiegati che lavoravano in zona. L’Albergo – con una decorazione in stile art decò, all’ultimo grido in fatto di architettura – fu aperto il 18 gennaio 1926 con qualche mese di ritardo sulla tabella di marcia: a quell’epoca non esistevano i bagni nelle abitazioni, se non in rarissimi casi, e qui le persone venivano per dedicarsi una coccola.

La zona, mi racconta la guida del Fai che mi introduce ai segreti di questo luogo, era un quartiere in forte espansione edilizia negli anni ’20: qui c’erano palazzi signorili e luoghi d’incontro sociale. Come il ristorante Puntigam, frequentato da gente di ogni ceto sociale, dove si cenava e ascoltava musica prima di spostarsi nei teatri di via Melzo; o i Bagni di Diana, al posto dell’attuale Hotel Diana Majestic, una sorta di piscina pubblica a cui avevano accesso solo persone di un certo livello e le donne erano ammesse solo al mattino.

Insomma, nella zona c’era gran fermento… E ad ascoltare bene pare di sentirlo quel brulicare di voci e persone che affollavano questo posto. Tra servizi di manicure, parrucchiere per signore e barbieri per gli uomini fino agli angoli più remoti dell’Albergo dove si trovano le stanzette per il bagno privato…

albergo_diurno_venezia_fai_011

albergo_diurno_venezia_fai_010

albergo_diurno_venezia_fai_024

albergo_diurno_venezia_fai_016

albergo_diurno_venezia_fai_020

albergo_diurno_venezia_fai_028

albergo_diurno_venezia_fai_029

albergo_diurno_venezia_fai_013

albergo_diurno_venezia_fai_019

albergo_diurno_venezia_fai_025

albergo_diurno_venezia_fai_026

Albergo Diurno Venezia si trova in piazza Guglielmo Oberdan

Lascia un commento