Saliamo sulle Terrazze del Duomo: che emozione guardare Milano dall’alto

Che emozione guardare Milano dall’alto! Erano anni che non salivo sulle Terrazze del Duomo e l’occasione si è presentata ghiotta ghiotta domenica mattina. La giornata di sole attira, la voglia di respirare aria fresca e quella sensazione che sia già primavera fanno il resto.

Il sagrato del Duomo brulica di gente, il cielo è blu intenso, il marmo bianco di Candoglia con cui è realizzato il Duomo risplende ancora di più. Non poteva esserci giornata migliore per salire a circa 70 metri da terra e vedere un po’ più da vicino la Madonnina. Servono un paio di scarpe comode, macchina fotografica o smartphone, la voglia di salire circa 200 gradini e (se volete) una mappa per giocare a riconoscere tutti i luoghi simbolo della città.

Arrivati su, 8000 mq di terrazze ci aspettano: si possono ammirare da vicino le 135 guglie gotiche, i pinnacoli, gli archi e le più di milleottocento statue alte fino a 17 metri ciascuna. Se la giornata è limpida si vedono benissimo, in lontananza, tutte le montagne e le cime innevate. Poi basta correggere un po’ il fuoco ed ecco che ci appaiono altre terrazze e balconi piantumati da sogno. Poi, sul lato destro del Duomo, si vedono chiarissimi i grattacieli di Porta Nuova, il Pirellone e il nuovo Palazzo della Regione Lombardia (anche da qui, la vista di Milano dall’alto non è niente male!); guardando un po’ più a sinistra, il Castello Sforzesco e ancora più lontano lo stadio di San Siro. Passando sull’altro lato, si vedono l’Arcivescovado, San Gottardo in Corte, Palazzo Reale, campanili e cupole che si susseguono e si richiamano l’un l’altro: la chiesa di Sant’Alessandro, poi il campanile a punta di San Giorgio fino al cupolone della Basilica di San Lorenzo.

Ma non è certo finita qui. Il divertimento è proseguire nel percorso, lasciarsi rapire dal sali-scendi da una terrazza all’altra, scoprire cosa offre questo punto di riferimento per tutti i milanesi. Dalla piazza maestoso e possente, dall’alto imponente su tutta la città… gli scorci che si vedono sono magici e conoscere la città da un altro punto di vista merita davvero. Prendetevi qualche ora di tempo: il tempo quassù si ferma. Il mio consiglio è dimenticarvi dell’orologio:  ma nel caso vi servisse, potete fare di nuovo affidamento alle lancette dello splendido orologio del palazzo della Veneranda Fabbrica, rimesso in funzione di recente.
terrazze_duomo_milano_045

terrazze_duomo_milano_047

terrazze_duomo_milano_019

terrazze_duomo_milano_024

terrazze_duomo_milano_043

terrazze_duomo_milano_014

terrazze_duomo_milano_023

terrazze_duomo_milano_028

terrazze_duomo_milano_034

terrazze_duomo_milano_044

terrazze_duomo_milano_048

terrazze_duomo_milano_046

terrazze_duomo_milano_017

terrazze_duomo_milano_040

terrazze_duomo_milano_052

terrazze_duomo_milano_032

terrazze_duomo_milano_041

Per accedere alle Terrazze del Duomo, serve un biglietto (€ 8,00 per la salita a piedi; € 11,00 per chi sceglie l’ascensore; € 18,00 se volete godervi il tramonto dalle guglie con una visita guidata da prenotare scrivendo a visita@duomomilano.it).

Se poi mentre passeggiate, vi sentiti ispirati e volete adottare una Guglia, sul sito trovate tutte le informazioni che vi servono.

Lascia un commento