Italy, country of sun, turns to the sun

Milano-Roma e ritorno. In treno, in giornata. All’andata curiosavo sulla dorsale appenninica protesa verso il mare; al ritorno seguivo la linea che idealmente divide l’Italia da nord a sud. Abbiamo davvero uno splendido Paese: ricco di diversità, di panorami che cambiano velocemente, l’occhio non fa in tempo ad abituarsi ad una distesa verde che appare una collina; c’è una piccola stazione, poi ecco l’autostrada che corre accanto ai binari. E lì, nel bel mezzo di un sorprendente paesaggio, appaiono saltuariamente dei pannelli solari. Non uno o due. Tanti. In alcuni punti, un vero e proprio campo di pannelli.
Questo fatto mi ha stupita e piacevolmente sorpresa.
L’attenzione sempre maggiore alle energie rinnovabili è “il futuro”. L’Italia è ancora indietro rispetto ad altri Paesi europei, ma ce la sta mettendo tutta: attualmente, il solare fotovoltaico contribuisce per il 5% al consumo elettrico nazionale, arrivando al 10% nelle ore di picco. Secondo le stime, potrà arrivare a fornire l’8% stabile di elettricità nel 2020 e il 15% nel 2030. Per quella data, dice l’Epia (European photovoltaic industry association), un quarto dell’elettricità necessaria alle famiglie europee sarà prodotta dal solare fotovoltaico.
E noi? L’Italia, Paese del sole, si volta al sole. Nel 2011, gli impianti alimentati con fonti rinnovabili in Italia sono risultati essere 335.151, oltre il doppio del 2010: una variazione dovuta principalmente proprio alla forte crescita della fonte solare. Nel 2011, l’Italia è stata capace di attrarre investimenti pari a circa 21 miliardi di euro grazie al settore solare (dati del rapporto Joint research centre realizzato per conto della Commissione europea): il nostro Paese è secondo –dietro la Germania– tra i leader nell’installazione dei pannelli fotovoltaici. Abbiamo le carte in regola e il paesaggio (che naturalmente si presta) per ambire al primo posto.
campo verde in toscana
Milan-Rome and back. By train, the same day. Watching out of the window, noticed Italy is really a beautiful country: differents landscapes that change quickly, green expanses, hills, a small station and then a highway that runs alongside the binary. There, in the middle of an amazing landscape, solar panels appear. Not one or two. Many. In some points, a real field of panels.
This fact surprised me pleasantly.
The increasing attention to renewable energy is “the future”. Italy is still lagging behind other European countries: at present, solar PV accounts for 5% to national electricity consumption, rising to 10% in peak hours. According to estimates, PV will get to provide stable 8% of electricity in 2020, 15% in 2030.
In 2011, Italy was able to attract investments of around 21 billion euros, thanks to the solar industry (Joint research center report data): our country is second –behind Germany– among leaders in the photovoltaic panels installation. We have credentials and natural landscape to aim for the top.


Lascia un commento