The fire that welcomes the Dragon

Comincia il nuovo anno lunare per i cinesi! Una frenesia caratterizza tutte le Chinatown nostrane.. quello che inizia il 23 gennaio 2012 è l’anno del Drago che nella cultura orientale simboleggia felicità, ricchezza e fortuna. Il Drago è il quinto segno, l’unico incarnato da una creatura mitologica e nonostante il suo aspetto un po’ minaccioso, è una forza positiva; il drago dai cinque artigli (di colore giallo-oro) era nell’Antica Cina un’immagine simbolo del potere regale: era associato alla forza, alla buona salute, all’armonia e alla fortuna, ragione per cui sono collocati al di sopra delle porte o sui tetti per allontanare gli spiriti maligni e i demoni.
Il 17 gennaio nella tradizione contadina è il giorno dedicato a sant’Antonio Abate, un eremita egiziano considerato il fondatore del monachesimo cristiano, guaritore e detentore del fuoco (la leggenda narra sia sceso negli inferi dove con un espediente ingannò i diavoli e riuscì a portare il fuoco sulla Terra che era avvolta dal gelo). Fino a qualche anno fa veniva festeggiato bruciando grandi castagne di legna, dette, appunto, i “falò di Sant’Antonio” e segnando l’apertura del periodo carnevalesco… ma -ancora- nel weekend mi è capitato di vedere qualche fuocherello soprattutto nei campi fuori città.
La ricorrenza di questi due eventi popolari così diversi ma così simili mi fa pensare a quanto i popoli in fondo siano simili.
I cinesi (e il Drago) con i loro colori, il rosso e l’oro, gli stessi che celebriamo durante le nostre festività natalizie. I colori della gioia, della ricchezza, della passione, del calore. Il fuoco con quegli stessi colori che da sempre appartengono ad un rituale benaugurante, che sprigiona le forze positive. 
Quest’anno le due feste quasi coincidono e mi sembra facile leggerci un segnale di buon auspicio per il resto dell’anno.
foto (1)-2
On January 23 begins the New Year for the Chinese! It’s the year of the Dragon: in Oriental culture symbolizes happiness, wealth and luck; associated with strength, good health, harmony and luck.
On January 17 country tradition celebrates St. Anthony Abbot. Until few years ago, that day was celebrated by the “bonfire of St. Anthony but still on the weekend I saw some small fire, especially in fields outside the city.
These two popular events so different but so similar makes me think people are basically similarThe Chinese (and the Dragon) with their colors, red and gold, the same we use during our holiday season: colors of joy, wealth, passion, warmthThe fire with those same colors that always belong to an auspicious ritual: sign of good omen for the rest of the year?

Lascia un commento